Relitto Jorn bettolina Sestri

JORN

La bettolina di Sestri Levante

Nome JORN
Tipo bettolina
Anno di affondamento 1943
Profondità minima 27 mt
Profondità massima 30mt
Corrente debole
Visibilità variabile

Questa piccola motonave conosciuta come "bettolina", fu varata come "Gretha" ed era un barcone fluviale olandese entrato a far parte della Prima Flottiglia da trasporto tedesca nel novembre del 1943 con il nome "Jorn".
Secondo le testimonianze storiche, sembra fu colpita e affondata, durante un attacco notturno, da un thunderbolt P-47 D inglese il 12 febbraio del 1944 al largo della baia del silenzio a Sestri Levante, mentre stava trasportando sacchi di cemento, le stive a cielo aperto ne sono ancora piene e lo testimoniano.
L'imbarcazione ricorda le Penichès francesi o Rhone River Barges, che come questa erano lunghe 38.50 metri e pescavano da 1,80 a 2.70 metri.

Il relitto e quasi intatto,  giace in posizione di navigazione ad una profondità di 30 metri, una struttura posta tra le due stive, ospita il sostegno orientabile che sorreggeva la mitragliatrice antiaerea, purtroppo sottratta insieme a quella di poppa, oggi ne restano soltanto le munizioni sparse tutt'intorno.
La prua è intatta a parte una grande falla sulla murata di sinistra che causò l'affondamento dello scafo.
Verso poppa incontriamo ambienti angusti: la sala macchine e la cucina tuttora complete dei loro strumenti e utensili. Sul lato destro della poppa, nel suo occhio di cubia, si nota ancora un'ancora, tipica dei mezzi fluviali. L'elica triplata e il timone poggiano sul fondale fangoso e sono perfettamente visibili.
Una scaletta era un tempo completamente ricoperta da sgargianti anemoni gioiello (Corynactis Viridis), ma anche qui, a causa dei soliti maldestri visitatori, si sono diradati visibilmente fino quasi a scomparire mentre a prua resiste agli avventori un enorme ventaglio di spirografi che si stagliano orgogliosi nella corrente. Come sul relitto dell'UJ2207, che si trova sullo stesso fondale a pochissima distanza, quasi nella stessa posizione rispetto alla costa, la vita che ospita è tipica degli animali da tana come gronghi, murene, polpi, aragostine ed astici. Oltre ad anemoni, nudibranchi e concrezioni varie è il pesce di passo, come banchi di acciughe, sugarelli, dentici, ricciole e pesci luna,  che scandisce le stagioni ad animare la scenografia di questa piccola nave affondata. 

Per partecipare alle escursioni organizzate in questo sito d'immersione occorre possedere:
  • una certificazione subacquea di secondo livello o equivalente
  • un'esperienza di almeno 30 immersioni registrate.